estensione alla valle di Katmandu

Katmandu - www.liberocammino.com
 

30 marzo -  Katmandu
A seconda dell'arrivo del volo Paro - Katmandu ci trasferiamo e visitiamo Pashupatinath,  sacro tempio dedicato a Shiva. Si tratta di uno dei templi induisti più importanti di tutto il subcontinente indiano. Si trova a 6 km a est di Kathmandu ed è un centro di pellegrinaggio annuale nel giorno di Maha Shivaratri, che cade nel mese di febbraio / marzo. Il tempio, in stile pagoda,   è immerso in una lussureggiante area naturale sulla riva del fiume Bagmati  I visitatori e i non indù sono autorizzati a vedere il tempio solo dalla riva orientale del fiume Bagmati.
In questo luogo  si svolgono quotidianamente le cerimonie funebri, i cadaveri vengono cremati sulle pire preparate sui ghat, gli altari in pendenza a bordo del fiume sacro, prima della dispersione delle ceneri nel Bagmati.
Secondo la religione induista ogni individuo, dopo la morte, rinasce reincarnandosi in un altro corpo. I riti di cremazione sono indispensabili al processo di rinascita .
Cena  e pernottamento

31 marzo     Patan   -  KTS ONG
Patan anche conosciuta come Lalitpur è considerata la più antica tra le città reali nella valle di Kathmandu, l'UNESCO l'ha dichiarata patrimonio dell'umanità. Nonostante alcuni monumenti simbolo siano andati perduti per sempre, la Durbar Patan - www.liberocammino.comSquare di Patan e il suo splendido Museo sono aperti ai visitatori. La Piazza e i suoi dintorni sono buoni esempi di architettura antica Newari .
Il Museo Patan offre un’esposizione assai completa dell'arte tradizionale sacra del Nepal in una cornice architettonica illustre. E' sito infatti una vecchia corte residenziale di Patan Darbar, uno dei palazzi reali degli ex re Malla della valle di Kathmandu. Le collezioni del museo coprono un lungo arco di storia culturale del Nepal e ospitano alcuni oggetti rari tra i suoi tesori.
Dopo il pranzo dedichiamo il pomeriggio ad una visita speciale:
Kumbeshwar Technical School (KTS) è un’associazione non governativa ,  fondata nel 1983 da Siddhi Bahadur Khadgi. E’ un centro che si impegna  a favore dello sviluppo socio-economico delle famiglie a basso reddito, delle donne e dei bambini appartenenti alla casta degli “ intoccabili”. La comunità locale si compone principalmente di persone di etnia Newar appartenenti alle caste considerate "inferiori", come macellai, barbieri, autisti, lavoratori, braccianti, spazzini...
Siddi Bahadur Khadgi avviò un centro diurno che si prendeva cura dei bambini che le donne "Pode" erano solite portare sulle loro spalle mentre spazzavano le strade. Nel 1984 vennero attivati KTS - www.liberocammino.comuna scuola per bambini, un corso  di alfabetizzazione per adulti e corsi di formazione di tessitura di tappeti, un programma di alimentazione e vaccinazione.  In oltre 25 anni di attività KTS è lentamente ma costantemente cresciuta.
Ora è attiva una scuola materna e primaria per 250 bambini, una comunità che accoglie 20 minori senza casa, programmi di formazione professionale per ragazzi e ragazze (tessitura di tappeti, la filatura e il lavoro a maglia)  un centro diurno per i figli delle persone in formazione.
Lo staff e il personale docente sono assunti con contratto a tempo indeterminato e gli stipendi, differenziati in base alla mansione, sono buoni. Le persone esterne che conferiscono i propri prodotti a KTS vengono remunerate a cottimo. Sia i lavoratori assunti che i produttori a cottimo possono usufruire di numerosi servizi offerti dall'organizzazione, quali ad esempio agevolazioni per l'accesso al credito, contributi per cure mediche e degenze ospedaliere.
KTS finanzia borse di studio per l'educazione secondaria a favore di bambini che hanno frequentato le scuole primarie presso il centro, organizza corsi su salute e prevenzione, con particolare attenzione a malattie quali il tetano e l'HIV, promuove campagne di vaccinazione contro la tubercolosi.
Tutte queste attività non producono utili, anzi vengono offerte, gratuitamente o a costi calmierati, alle fasce indigenti della popolazione, alle persone inserite nei percorsi formativi e al personale di KTS. Sono finanziate dai proventi dei beni prodotti dal centro stesso.
Cena libera e pernottamento

1 aprile     Pashupatinath
Oggi ci trasferiamo per la visita allo Swayambhunath Stupa  che significa "sorto da sé";   si tratta di un antico complesso religioso situato in cima ad una collina nella valle di Kathmandu, ad ovest dell'omonima città.  È anche conosciuto come il Tempio delle scimmie per via dei numerosi esemplari che popolano il sito. Per i buddhisti Newari, Swayambhunath riveste un ruolo fondamentale ed è probabilmente uno dei luoghi di pellegrinaggio  più sacri,  si compone di uno stupa e di numerosi templi, alcuni dei quali del periodo Licchavi, ai quali sono stati aggiunti, successivamente, un monastero tibetano ed una biblioteca. Il sito ha due punti d'accesso principali: una lunga scalinata formata da 365 gradini che conduce direttamente al tempio ed una strada percorribile in macchina che conduce ad una entrata secondaria. Molta dell'iconografia di Swayambhunath proviene dalla tradizione Vajrayana del buddhismo Newari, ma il complesso è importante per ogni tradizione religiosa del Paese.

Prima di rientrare a Katmandu ci fermiamo a passeggiare a Khokana,  un minuscolo villaggio Newari di stile medievale della valle di Katmandu. Circondato dalle risaie, domina un ambiente naturale magnifico.

Trasferimento in aeroporto e partenza con volo notturno   con arrivo in Italia il 2 aprile